La legge dei grandi numeri

B le spara così grosse perchè sa che sulla quantità di milioni di persone che ascoltano, una percentuale buona ci crede, questo per la legge dei grandi numeri. Si capisce quindi come avere 150 parlamentari che parlano per te, 10 canali televisivi, vari giornali e periodici riesca ad avere un seguito. Un seguito di pecoroni che si bevono tutto. Ora … Continua a leggere

Sulla Gabanelli e Beppe Grillo, le perdite della Rai e del Blog

Da fonte Mediobanca, si apprende che nel 2012, in base a dati aggiornati a fine 2011, in forza alla Rai c’erano 11.378 lavoratori, più di quelli totalizzati da Mediaset (6.126), Sky Italia (3.995) e Ti Media (709) messe insieme che sono 10.830. Nonostante ciò il costo lavoro lordo rappresenta il 36% del fatturato. E nonostante la Rai raccolga pubblicità da … Continua a leggere

PD: cambiare davvero, o sparire definitivamente

Lettera a Bersani Cari vertici ed elettori del PD, avete tutte le ragioni di arrabbiarvi (leggasi “rosicare“) per una vittoria facile facile buttata via, ma la colpa è solo vostra che non avete voluto le elezioni dopo l’uscita di scena Berlusconi: gli Stellati allora si sarebbero fermati ad un piccolo 5-7%, il Pdl sarebbe scomparso sotto gli scandali (Formigoni, Fiorito, Lega, processi) mentre voi avreste … Continua a leggere

Questa è una cosa seria…

PERCHE’ NON SI SCHERZA PIU’. Siamo davanti ad un momento storico per evitare una grande depressione o uno scontro sociale di gravi proporzioni. Quello che succede in Grecia è sulla porta di casa nostra, sono nostri vicini e fratelli (in questi giorni i giornali non ne parlano perché è troppo scomodo in tempo di elezioni mostrare le conseguenze dell’ euro-filia).  Noi … Continua a leggere

Facciamo la nostra rivoluzione: mandiamoli a casa tutti

Perché i media seguitano ad ignorare il fenomeno Movimento 5 Stelle – Beppe Grillo? Perché è così scomodo, dai tempi della Rai, oggi anche ai giornali ed alle altre Tv? Ovvio… perché promuove la libera informazione, l’abolizione del finanziamento pubblico all’editoria, della Legge Gasparri e dell’ordine dei giornalisti. Tra le altre cose, ma non solo… ha programma con punti fermi chiari … Continua a leggere

Forse il Movimento 5 Stelle è l’ultima barriera della Casta prima dell’urna

Come riporta Grillo sul suo Blog: “C’è una tortura, funziona così. Due file di sgherri armati di bastoni e un uomo che corre per arrivare in fondo. Se cade è spacciato. Sarà colpito e colpito ancora. Non si rialzerà più. L’unica possibilità è ignorare i colpi, guardare di fronte a sé, correre, e non pensare, non sentire. Non rispondere agli … Continua a leggere

Europa: unione vera oppure ognuno per sé

Cos’è esattamente questa crisi dell’euro? Semplice: un tempo con le valute nazionali, si creavano valutazioni e svalutazioni a seconda della situazione economica del paese.In un certo senso il mercato dei cambi seguiva, se si può dire, l’economia reale.I governi meno virtuosi offrivano interessi maggiori sui titoli di stato per compensare il loro debito dovuto alla minore efficienza.Per gli investitori c’era … Continua a leggere

LA FINE DELL’EURO?

  L’euro si trova ora nella sua prima crisi storica.   La vecchia concezione del potere conquistato con eserciti, navi e carri-armati ormai è superata, ogni paese potrebbe essere tuo cliente o tuo fornitore, oggi il predominio si ottiene con le borse, le banche, i contratti  e le dipendenze economiche. Come volevasi dimostrare, appena è stata riconosciuta una certa fiducia … Continua a leggere

Spread Btp/Bund a 510 punti. Il governo prende 15 miliardi dalle nostre tasche

Titola il Corriere di oggi “Spread in corsa, sfondata quota 510” e “Pronta una manovra da 15 miliardi” Perché dovrebbero prendere dalle nostre tasche i giochi degli speculatori? Che poi son sempre le banche ed i loro grossi gruppi finanziari che giocano a monopoli sulla pelle della gente. Secondo me dovremmo fare un referendum, come successe in Islanda e decidere … Continua a leggere

E se il male minore per l’Italia fosse il fallimento?

Con il sistema messo in atto dall’Europa e da Monti, a pagare le conseguenze maggiori sono i cittadini italiani. Perché? Perché paesi e banche stanno speculando sulla pelle degli Italiani, un default spaventa più loro che noi per il semplice fatto che i debiti non li salderebbe più nessuno, allora cercano di intimorirci imponendoci contemporaneamente quello che dobbiamo fare.Hanno obbligato … Continua a leggere